Archivia per febbraio, 2010

febbraio 24, 2010 0

I 20 finalisti del Ceres4Art 2010 alla My Own Gallery di Milano

pubblicato da Alessia in Uncategorized

CeresGiunto alla sua terza edizione Ceres4Art anche quest’anno ha selezionato i 20 artisti tra i quali si cela il vincitore del premio che la nota casa produttrice di birra ha messo in palio.

Un’iniziativa che unisce ed avvicina l’arte al mondo dei giovani, ma non solo, in quanto, attraverso le possibilità che un’azienda come la Ceres ha, soprattutto a livello mediatico,  viene data agli artisti una visibilità maggiorata a livello esponenziale e numerose occasioni in più di essere conosciuti ed apprezzati non solo ed esclisivamente dagli “addetti ai lavori”.

Dal 4 al 10 Marzo i prescelti della Ceres saranno presenti con le loro opere nella collettiva organizzata presso gli Spazi della My Own Gallery - Superstudio Più di Milano e l’inaugurazione sarà accompagnata dalla performance del writer milanese Paolo Bordino, in arte Pao, famoso per aver realizzato i primi interventi urbani di street Art con i suoi “panettoni-pinguino”.  Pao si esibirà in un live painting su una bottiglia di birra formato gigante.

Artisti selezionati: Marzulli Jara, Alessandrini Nicola, Braghieri Fabrizio, Falconi Ivana, Todero Chiara,  Sgrò Tina, Campori Marco – El Gato Chimney, Quadri Michele, Casolari Samantha, Gigi Tarantola – GGT, Pasini Carlo, Lardschneider Ivan, Francolino Andrea, Curreri Giordano, Martinucci Andrea, Veneziano Giuseppe, Papeschi Max, Barbieri Marco – DEM, Collura Nadia, Opiemme.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

febbraio 22, 2010 0

Spectrum: viaggio al centro dell’io con la personale romana dell’artista Federico Galetto

pubblicato da Alessia in Artisti, Pittura

Loc2Fino al 26 febbraio presso L’Epireo Art Gallery di Roma sarà possibile visitare l’esposizione Spectrum, del giovane artista torinese Federico Galetto.

L’eposizione, che presenta l’ultima produzione dell’autore,  patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma e dal Municipio Roma IX, si inserisce nel progetto Pandosia Lab promosso dalla galleria, progetto dedicato alla giovane arte emergente con lo scopo di offrire ad essa una vetrina in più sul mondo dell’arte contemporanea.

Partendo, inizialmente, dal concetto pirandelliano dell’uno, nessuno, centomila, Federico Galetto, in questa serie, ultima nata dal suo estro creativo, si fa portavoce ed attento indagatore della parte complementare dell’io, da sempre nascosta e celata dalle sovrastrutture della ratio che, una volta persi gli impedimenti dell’autocontrollo, si libera mostrandosi nella sua forma più pura.

I nostri spettri, le proiezioni “astrali” di noi stessi, appaiono all’uomo ancora non del tutto comprensibili, restando sagome scure, scontornate, che si muovono all’interno di indefinite superfici. L’esplosione di colore che accompagna, ed a volte sovrasta, i soggetti raffigurati, rappresenta simbolicamente la massima espressione emotiva umana, l’atto finale in cui la ragione si scinde dall’istinto, scomparendo nell’ultimo bagliore di lucidità. La realizzazione grafica risente delle attuali influenze artistiche giovanili, vicine all’espressione “street” ma nell’insieme se ne distacca per i contenuti che si incentrano sull’io umano e sull’introspezione.

Continua a leggere »

Tag: , , , , ,

febbraio 21, 2010 0

CO.CO.CO. Como Contemporary Contest, per giovani artisti

pubblicato da Sara in Artisti, Concorsi

Senza titolo-1Manca poco più di un mese alla scadenza di CO.CO.CO, Como Contemporary Contest, il premio indetto dall’Assessorato alla Cultura del comune di Como e giunto alla sua seconda edizione, con lo scopo di promuovere la giovane arte contemporanea.

Il concorso è rivolto ad artisti di età compresa tra i 18 e i 32 anni che potranno partecipare presentando un’opera che rientri in una delle arti visive, senza limiti di genere, purchè inedita e realizzata negli ultimi 12 mesi. La giuria (composta da Mimmo di Marzio, giornalista e critico d’arte, Giovanni Bonelli, gallerista, Emma Gravagnuolo, giornalista e critico d’arte, Roberta Lietti, gallerista, Vanni Cuoghi, artista, Gianmaria Banfi, collezionista) selezionerà 20 finalisti, tra i quali sarà eletto il vincitore. A lui andrà un premio in denaro di 2.000 € e la possibilità di esporre in una personale all’interno di San Pietro in Atrio, nel mese di novembre 2010.

La data di scadenza per l’invio della domanda o per la sua consegna a mano è fissata al 31 marzo (in caso di spedizione fa fede il timbro postale). Entro il 7 maggio saranno comunicati i nomi del vincitore e dei finalisti. Le opere di questi ultimi saranno esposte presso il Chiostrino di Sant’Eufemia a Como, in concomitanza con la premiazione del vincitore, tra i mesi di giugno e luglio.

All’interno di CO.CO.CO. rientra anche il premio “ES.CO. Estate a Como 2010″: l’Assessorato alla Cultura si riserva, infatti,  il diritto di selezionare tra tutti i candidati il nome di un artista la cui ricerca spicchi per originalità. La sua opera sarà l’immagine guida di “ES.CO. 2010″, rassegna cittadina di concerti e spettacoli, giunta alla sua settima edizione.

Per informazioni dettagliate e per conoscere nello specifico le modalità di partecipazione, potete consultare il bando o rivolgervi all’Assessorato alla Cultura -  Comune di Como, Via Vittorio Emanuele 97 – Como, tel. +39 031 252. 057-352, e-mail: cultura@comune.como.it.

Tag: , , ,

febbraio 20, 2010 0

Illustration for Rehab. Simone Rea_Felicita Sala_Cristina Spanò, a cura di Art Rehab

pubblicato da Art Rehab in Artisti, Illustrazione, Mostre

Locandina Illustration for rehabSabato 27 febbraio Art Rehab e Laboratorio51 intraprendono la loro collaborazione inaugurando una collettiva dal titolo “Illustration for Rehab”, dando il via ad una serie di mostre che porteranno in scena, di volta in volta, nomi emergenti del mondo dell’arte.

L’esposizione vede come protagonisti tre talenti dell’illustrazione romana: Simone Rea, Felicita Sala e Cristina Spanò; pur mantenendo un’originale e ben definita identità, i loro lavori sono accomunati da atmosfere sognanti e sospese nel tempo, fantasiose e surreali per Simone Rea, in stile retrò per Felicita Sala e realisticamente ironiche per Cristina Spanò. Un’indigestione di creatività che non può che far bene a mente, corpo e spirito, un concentrato vitaminico di colore, che ridona vitalità al quotidiano, facendo rivivere le azioni di tutti i giorni in favole contemporanee.

Gli spazi di Laboratorio51, inoltre, grazie al loro stile ricercato, contemporaneo e particolarmente accogliente, ben si prestano alle tematiche proposte, catapultando i visitatori nell’atmosfera dei salotti culturali parigini e berlinesi.

Il vernissage avrà inizio alle ore 19 con un piacevole aperitivo curato da Laboratorio51.

L’esposizione è visitabile fino al 3 marzo.

Laboratorio51 è in Via degli Ausoni 47 (San Lorenzo).

Simone Rea è nato nel 1975 ad Albano Laziale, dove vive e lavora. Diplomatosi all’Accademia di Belle Arti di Roma, si è specializzato in seguito nel campo dell’illustrazione. Ha partecipato a diverse mostre e concorsi, in Italia e all’estero, e ha ricevuto anche alcuni riconoscimenti. Ha all’attivo due pubblicazioni, con Falzea Editore (2004) e Fatatrac (2007). Felicita Sala è nata a Roma nel 1981 ma ha vissuto 20 anni a Perth (Australia) dove si è laureata in Lingue e Filosofia. Dopo aver viaggiato tra Francia e Spagna, è tornata nel 2007 a Roma: qui si dedica all’illustrazione, oltre a dipingere, tradurre, insegnare inglese e studiare il giapponese. Ha esposto in Italia e in Australia e ha collaborato, tra gli altri, con L’Unità e le Edizioni e/o. Cristina Spanò è una romana senza accento romano nata nell’85 a Roma. Si è laureata all’ISIA di Urbino in Progettazione grafica e comunicazione visiva con una tesi di reportage sul Guatemala. Attualmente lavora come illustratrice, fumettista e grafica freelance. Collabora con la Nicola Pesce Editore e con la Vertigo Design di Roma e disegna dal vivo con un gruppo: Eildentroeilfuorieilbox84.

Tag: , , , , , ,

febbraio 19, 2010 0

La spensieratezza del fanciullo. Personale di Linda Aquaro, a cura di Art Rehab

pubblicato da Art Rehab in Artisti, Mostre, News, Pittura

LocandinaSecondo appuntamento dedicato alla giovane arte e ai talenti emergenti per il ciclo di esposizioni curate da Art Rehab in collaborazione con Rebacco Wine + Arts Showroom. Protagonista, questa volta, è Linda Aquaro: “La spensieratezza del fanciullo” aprirà i battenti giovedì 25 febbraio alle 19.30.

Architetture arroccate, sovrastate ed incastrate come puzzle, si susseguono rincorrendosi e fondendosi una nell’altra. Corpi spigolosi, distorti e contorti si fondono ad esse, creano geometrie astratte, fantasiose. Come statue incastonate nel marmo, i soggetti delineati dall’artista si integrano con l’ambiente circostante, evidenziando l’umana condizione di simbiosi tra individuo ed ecosistema.
Le composizioni urbane si fanno antropomorfe in un legame indissolubile tra scheletro e strutture architettoniche, in un equilibrio apparentemente precario, ma reso stabile dal potere della mente, capace di costruire impossibili schemi fatti di piani che svettano verso l’alto, confondendo cielo e terra e come vedute aeree regalando atmosfere da favola.

A metà tra forma e non forma, Linda Aquaro restituisce allo spettatore la sua personale visione del mondo, filtrata attraverso gli occhi di un artista “perfezionato architetto”; crea nuove ed originali texture usando scale cromatiche mai violente ma incisivamente accattivanti; toni freddi e caldi si mescolano creando con l’alternarsi di luci ed ombre volumi e piani prospettici.

Il vernissage, dalle ore 19.30, verrà accompagnato da un aperitivo curato da Rebacco.

L’esposizione è visitabile fino al 3 marzo, dalle 12.00 alle 2.00.

Rebacco è in Via Pomezia, 12 (Metro Re di Roma).

Tag: , , ,

febbraio 16, 2010 0

L’Oblio di Giuliano Sale alla Antonio Colombo Arte Contemporanea di Milano

pubblicato da Alessia in Artisti, Mostre, Pittura

1265648031bIl giovane pittore sardo Giuliano Sale, inaugura LITTLE CIRCUS, nuovo spazio espositivo all’interno della galleria Antonio Colombo di Milano, dedicato ai progetti speciali.

Tema che accomuna l’intera esposizione è l’oblio, assenza priva di ogni ricordo, allontanamente da se stessi e dal reale per essere catapultati in un mondo bizzarro creato dall’artista, in cui si incontrano grottesche figure, caricature di reali esistenze.

A dominare è l’acqua, “simbolo di rinascita in cui i suoi personaggi si immergono per trarne forza e vigore. I volti emaciati delle opere precedenti sono sostituiti da bambini elegantemente vestiti intenti ad osservare le increspature accennate di un mare plumbeo rischiarato dal riverbero di un sole rosso in lontananza“.

L’esposizione è visitabile fino al 31 Marzo.

via | Undo

Tag: , , ,

febbraio 15, 2010 0

Le icone femminili di Francesco D’Isa alla galleria Miomao di Perugia

pubblicato da Alessia in Artisti, Digital art, Grafica, Mostre, Pittura

locandinaperugia3A soli ventinove anni, fiorentino d’origine, Francesco D’Isa ha già conquistato con le sue opere buona parte del mondo conosciuto esponendo, con successo, in Europa ed in America, in Asia ed in Russia. Senza tralasciare alcune eserienza possibile, si è cimentato nel disegno di moda e nel fumetto, è redattore, webdesigner, filosofo e creatore di incantevoli creature.

Mix tra arte digitale e grafica, dalla sua creatività nascono moderne dee, ammalianti, ingannevoli fate surreali stagliate su scenari nouveau, pin up mutilate restano affascinanti negli atteggiamenti lascivi; tra la ricercatezza klimtiana, le icone pop e un pizzico di follia contemporanea, D’Isa regala allo spettatore una galleria di giovani donne che sembrano uscite dai fumetti di Moebius, aliene umanoidi avvolte ed addolcite dagli sfondi di broccato.

La Galleria Miomao di Perugia presenta, fino al 6 Marzo, per la prima volta in Italia, con l’esposizione Eros e Civiltà,una cospicua selezione di tutte le opere prodotte dall’artista, imperdibile ed irripetibile evento a cui non mancare.

Per aggiungre un pò di pepe alla questione Francesco D’Isa dal 2007 ha intrapreso una collaborazione con il mondo dell’hard creando il collettivo Pornsaints, facendo diventare sue muse e modelle molte star dell’hard internazionale.

Tag: , , ,

febbraio 13, 2010 0

In evoluzione. Misa Poltronieri al Sinergy Art Studio

pubblicato da Sara in Artisti, Mostre, Pittura

Misa Poltronieri - In evoluzioneDue sono i temi al centro della ricerca di Misa Poltronieri, nata a Sermide (MN) nel 1976, la cui personale “In evoluzione” (a cura di Flavia Montecchi) aprirà i battenti oggi alle ore 19, presso Sinergy Art Studio in via di Porta Labicana 27 a Roma. Due temi, dicevo: la donna e il ciclo vitale (nascita, crescita, perdita), letti attraverso la lente dell’evoluzione, quella del titolo.

E ad evolversi, nelle tele dell’artista, è il flusso del colore che asseconda la pennellata e che si fa veicolo dell’esperienza personale dell’autrice. I dipinti di Misa Poltronieri, realizzati ad acrilico su tele di medio e grande formato, traducono in forme emotivamente dense, caratterizzate da un tratto deciso, il senso della pittura intesa come liberazione.

La pennellata si articola in maniera morbida sulla superficie, tracciando forme astratte e di sapore primitivo che lentamente sembrano guidare verso la percezione di un dato figurativo.

Misa Poltronieri espone dal 2003 ed ha vinto il Premio dell’Europa nell’ambito del XXI Premio delle Arti Premio della Cultura. La mostra “In evoluzione” sarà visitabile fino al 10 marzo.

Tag: , , , , ,

febbraio 6, 2010 1

Vis-à-vis #22: Luciano Rignanese

pubblicato da Sara in Artisti, Fotografia, Interviste

Luciano Rignanese è un altro componente del collettivo Massagrigia che, dopo Luca Ragazzi, ha accettato di prestarsi al nostro appuntamento con Vis-à-vis (Luciano è anche pittore ed infatti, qualche giorno fa, Art Rehab ha segnalato una sua personale a Roma). Di origini pugliesi, espone dal 2002 e proviene dal mondo del teatro che lo impegna in vari modi e lo vede collaborare con diverse compagnie. Il suo lessico fotografico si nutre in particolare del corpo come soggetto preponderante, all’interno di immagini in cui è evidente il suo carattere coreografico, la sua capacità di trasmettere messaggi intensi. Determinante, poi, è il ruolo della luce, che enfatizza gli incarnati e la tensione fisica.

Chi è Luciano Rignanese? Dove e quando è nato?
Sono un pugliese, nato nel 1979, che ha studiato a Roma dopo il liceo. Ho frequentato l’Accademia Di Belle Arti e dai primi anni ho iniziato ad esporre in galleria. Sono arrivato a Roma spinto dall’amore per il teatro. Non mi interessava fare arte figurativa, inizialmente.

Qual è stata la tua formazione e come ti sei avvicinato alla fotografia?
Mi sono avvicinato alla fotografia in accademia. Poi la curiosità, la ricerca che ti prende la mano, la possibilità di essere completamente autonomo nella gestione dell’immagine mi hanno persuaso a proseguire la ricerca fino a leggere Flusser.

Continua a leggere »

Tag: , , ,

febbraio 5, 2010 0

PU:RE vs Jara Marzulli alla galleria Contemporanea di Roma

pubblicato da Alessia in Artisti, Eventi, Gallerie, Mostre

invito_doppia_personale_jara_marzulli_pure-1Contemporanea apre la nuova stagione espositiva con un doppia personale che vede protagonisti due giovani e molto promettenti artisti, PU:RE e Jara Marzulli.

Superando un primo shock visivo dato dall’eclatante diversità espressiva scelta dagli artisti per comunicare il proprio messaggio,  si riesce a comprendere una necessità interiore di avvicinare l’arte e lo spirito, indagando l’anima del mondo, delle donne e degli uomini.

Le opere esposte sembrano parlarsi dall’alto dei chiodi a cui sono appese; interagiscono, conversano l’una con l’altra, aprendo dibattiti, discussioni, compostamente lei, vivacemente lui, in un connubio perfetto ed armonico, senza alcuna nota stonata.

Una strana accoppiata di carte vincenti assolutamente da vedere.

Fino al 13 marzo.

Tag: , , ,